• Paeony Interior

Spatafillo

Aggiornato il: apr 15

Ho una grandissima passione. Le piante. In generale.

Piccole, grandi, fiorite o a foglia verde, grassa o magra! Ma come in tutte le cose ho una preferenza su tutte: la Spatafillo.

Il mio compagno me ne regalò una circa 4 anni fa quando ci trasferimmo nella nostra seconda casa (che abbiamo abbandonato a marzo perchè l'arrivo di Vittoria l'aveva resa troppo piccola). Era una piantina minuscola con le sue foglioline verdi lunghe e strette e qualche "fiore" bianco qua e là.

L'ho chiamata "The Revenant". Ha rischiato la morte per disidratazione, attacco da parte di gasteropodi terrestri polmonati (banalmente da lumache), altra disidratazione, formiche e sole diretto. Insomma. Ne ha passate di ogni. Oggi è una piantona di 40 cm che accudisco amorevolemente quasi tutti i giorni. E' un po' come se fosse parte della famiglia no?

Questa sua capacità di riprendersi dopo ogni colpo è ciò che quotidianamente cerco di fare nella mia vita. Imito una spatafillo insomma.

Mi prenderete per matta!

Baby Spatafillo in ufficio.


Ma lo sapete che le piante hanno sistemi di respiro, di comunicazione, di allerta ecc?

Sono evolutissime. E solo ora ne stiamo scoprendo le capacità.

Per esempio, anche se la credenza è che non ci debbano essere piante in camera da letto per lo scambio di ossigeno/anidride carbonica, in realtà tenere alcune tipologie di piante in camera ha dei risvolti positivi.

Primo tra tutti sono in grado di filtrare l'aria, non come fanno i filtri eletrronici, ma a modo loro la ripuliscono da fumi di vernici e detersivi...

E poi pensateci. Non vi sentite molto più rilassati e felici in mezzo ad un bosco?

Cerchiamo di riprodurlo all'interno delle nostre abitazioni!


Torniamo alla nostra amica Spatafillo.

Spathiphyllum - genere delle Araceae Juss., sottofamiglia delle Monsteroideae, tribù delle Spathiphylleae, comprende circa 30 specie. Originaria dei paesi tropicali umidi come Filippine e Colombia ecc. molti altri. Forma elegante, che raggiungono il metro di altezza, con i fiori riuniti in uno spadice avvolto in una spata bianca o verdastra, note col nome comune di spatafillo, spatifillo o anche pianta cucchiaio per la caratteristica forma della spata floreale.

La loro particolarità è la totale mancanza di fusto: le foglie crescono infatti direttamente da un rizoma sotterraneo.

Tra le specie coltivate citiamo lo Spathiphyllum floribundum originario di Colombia, Ecuador, Panamá e Venezuela, pianta perenne alta da 30 a 60 cm; lo Spathiphyllum wallisi originario di Panamá, pianta perenne alta da 50 cm a 1,2 m a seconda della varietà, ha foglie lanceolate di colore verde-vivo lunghe circa 10-15 cm con un lungo e robusto picciolo di circa 15 cm, i fiori primaverili-estivi sono riuniti in una infiorescenza giallastra a spadice avvolta da una spata di colore bianco, in cima ad un peduncolo lungo fino a 50 cm.



Questa sopra la spiegazione colta di Wikipedia. Ora vi do la mia versione:

Spatafillo. Pianta adatta a tutti, anche i pollici neri. Poca manutenzione, va rinvasata si e no una volta all'anno e basta darle acqua a intervalli regolari - se ve ne dimenticate per qualche giorno no problem: se la trovata afflosciata sul vaso, poverina, basta dare acqua e lei si tirerà su da brava guerriera!

Attenzione soltanto a non lasciarla ammollo. Quello non lo ama!

La riproduzione? Una guida ottima la trovate qui:

Direi che è tutto! Mandatemi le foto delle vostre Spatafillo Da Compagnia!!!


Ah. Segnalo importantissimo: LE STORIE SEGRETE DEGLI ALBERI


#spatafillo

#naturelover

6 visualizzazioni
 

Paeony Interior

+39 3371655076

  • Instagram
  • Facebook
  • Pinterest

©2019 by Francesca Mazzari. Proudly created with Wix.com