• Paeony Interior

Aldo Andreani secondo ME

L'altro giorno stavo cercando un architetto a cui ispirarmi per questa settimana e lo facevo sfogliando "CASE MILANESI" - libro che consiglio per i meravigliosi disegni di planimetrie e prospettive - mi sono imbattuta in ALDO ANDREANI.


Lo ammetto. Ne avevo sentito parlare, ma non avevo mai studiato i suoi progetti.

Quindi, dopo l'attrazione impulsiva e istintiva per l'architettura in generale ho voluto approfondire un po' il suo personaggio.


Aldo Andreani è nato a Mantova il 1° agosto 1887.


E' stato un architetto, laureatosi nel 1917 presso quello che oggi chiamiamo Politecnico, ma anche scultore, influenzato dal suo mentore Adolfo Wildt che fu suo insegnante nel 1926 presso l'Accademia di Brera.

La formazione più "scultorea" lo influenzò nella resa superficiale e nel gioco di alternanze di materiali.


Il suo stile è spesso influenzato dagli stilemi classici e barocchi. Li reinterpreta adattandoli alla sua contemporaneità mantenendo, però virtuosismi e grandiosità.

Il gigantismo, tipico dei suoi progetti è utile per modellare gli spazi interni ed esterni. Nella sua progettazione gli spazi interni ed esterni vivono in modo simbiotico, tanto che nella sua filosofia, l'architettura interna permette di capire la città e la città di comprendere l'architettura.


Come ho affrontato il progetto quindi?

A differenza del progetto ispirato a Portaluppi, in cui l'impianto del salone è rimasto invariato, in cui ho agito soltanto sulla ripetizione maniacale dell'elemento rettangolare tre volte, anche se nei render pubblicati non è "comprensibile", questa volta ho agito in modo più teatrale e scultoreo, creando un palco per la zona pranzo e una "stanza nella stanza" per la zona sala.

Ho lasciato che fosse l'architettura a fondersi con la scenografia senza ingombrare toppo di mobili e suppellettili.




A voi l'ardua sentenza


3 visualizzazioni
 

Paeony Interior

+39 3371655076

  • Instagram
  • Facebook
  • Pinterest

©2019 by Francesca Mazzari. Proudly created with Wix.com